Il Blog di Cristian Bruno


 

 

Domenica, 04 Gennaio 2015 00:00

Contrattura, stiramento, strappo. Capire subito cos'è successo.

Vota questo articolo
(6 Voti)

 

Le Lesioni Muscolari, statisticamente, rappresentano una delle più frequenti cause d’infortunio nello sport, sia professionistico che amatoriale.

Nonostante il recupero da questo tipo d’infortunio sia più rapido rispetto a quello di lesioni legamentose o tendinee, per la loro elevata frequenza sono responsabili del maggior numero di giorni di attività sportiva persi dagli atleti.

Le lesioni muscolari possono essere determinate da un Trauma Diretto più frequente negli sport di contatto (pallacanestro, calcio, rugby) o da un Trauma Indiretto più frequente negli sport individuali (tennis, atletica leggera).

In letteratura sono reperibili un numero enorme di classificazioni, che cercano di mettere un po’ d’ordine in questo grande capitolo della medicina sportiva; spesso, invece, l’effetto è quello di una grande confusione sia per il paziente che per i diversi componenti dell’equipe riabilitativa che deve occuparsi del recupero dell’atleta.

Lo scopo di questo articolo, quindi, non è produrre un ennesimo tentativo di catalogazione delle lesioni, bensì fornire un piccolo strumento, fruibile sia ad atleti evoluti che a quelli amatoriali, che permetta di farsi un’idea di quello che è avvenuto nel momento in cui ci si è infortunati.

Seguendo la classificazione di Nanni (2000), che suddivide le lesioni muscolari da trauma indiretto in:

 

  1. Contrattura
  2. Stiramento
  3. Strappo di I° grado (rottura di poche fibre <10% )
  4. Strappo di II° grado (rottura incompleta 10-50%)
  5. Strappo di III° grado (rottura completa >50)

 

ho creato una piccola tabella, dove in modo rapido è possibile capire, non in maniera certa, la gravità di quello che qualche ora prima è accaduto svolgendo la vostra seduta di allenamento.

 

TIPO DI LESIONE INSORGENZA   DEL DOLORE LOCALIZZAZIONE   DEL DOLORE LESIONE   ANATOMICA TEMPI DI   RECUPERO

Contrattura

Dolore post-attività e non viene interrotta   la seduta di allenamento Dolore mal localizzato con un’alterazione   diffusa del tono muscolare

 

Assenti lesioni anatomiche

2-4 giorni

Stiramento

Episodio doloroso acuto e l’attività sportiva, anche se   non comporta necessariamente un’impotenza, viene interrotta.

Sede del dolore ben localizzata

Assenti lacerazioni macroscopiche delle fibre.   Possibili lesioni sub-microscopiche a livello sarcomerale

15 giorni

Strappo I°

Dolore acuto e violento ed è necessario abbandonare   l’attività

Sede della lesione ben localizzata

Lacerazione di poche miofibrille all’interno di un fascio muscolare con stravaso ematico più o meno evidente

30 giorni

Strappo II°

Dolore acuto e violento durante l’attività   con deficit funzionale importante, ma non assoluto

Sede della lesione ben localizzata

Lacerazione di uno o più fasci muscolari, che coinvolge meno dei ¾ della superficie di sezione anatomica del muscolo

30-45 giorni

Strappo III°

Dolore acuto e violento durante l’attività con   deficit funzionale assoluto

Sede della lesione ben localizzata

Perdita di soluzione di continuità muscolare che coinvolge più dei ¾ della superficie di sezione anatomica del   muscolo

Oltre i 45 giorni

 

È comunque importante ricordare che la diagnosi , oltre che dalla visita, dalle conoscenze e dall’esperienza del fisioterapista , è opportuno che venga confermata da uno studio ecografico.

È opportuno sottolineare che , essendo un’indagine operatore-dipendente , l’ecografia potrebbe soffrire di una certa arbitrarietà nella distinzione del livello di gravità degli stiramenti e degli strappi muscolari.

Arrivati a questo punto, non mi resta che darvi appuntamento al prossimo articolo, dove potrete capire cosa fare e soprattutto cosa non fare nel caso di una lesione muscolare e come poter ritornare a praticare il vostro sport preferito.

A presto.

 

Cristian Bruno

 

 

Bibliografia

GIOT 014;40(suppl.3):S36-S41 F. BENAZZO et all

Reid DC . Sports injury assessment and rehabilitation. Churchill Livingstone, N.Y., 1992

Garrick, J.G. and Webb, D.R.: Traumatologia dello sport. Centro Scientifico Editore, Torino, 1991

Pecina, M. and Bojanic, I.: Overuse injuries of the musculoskeletal system. CRC Press, Inc. 1993

Letto 68243 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti