Il recupero post-gara inizia… prima della gara.

Il recupero post-gara inizia… prima della gara.

 

Amici runner, ma vale per tutti gli sportivi, non avete letto male!

Si, è proprio così: il recupero dalle vostre fatiche domenicali deve iniziare… dal giorno prima.

Cosa vuol dire questo?

Vuol dire che nel momento in cui vi presentate sulla linea di partenza della vostra gara dovete aver già le idee chiare sul da farsi per recuperare lo sforzo fisico e mentale che state per sostenere, affinché i vostri allenamenti non rischino di interrompersi per possibili affaticamenti o infortuni.

Quindi lo scopo di questo articolo è farvi conoscere in maniera molto semplice le diverse modalità di recupero che potete pianificare per competere in assoluta tranquillità, senza improvvisare o addirittura trascurare questo aspetto che èfondamentale, tanto quanto una seduta di allenamento.

REIDRATAZIONE, INTEGRAZIONE ED ALIMENTAZIONE: recuperare i liquidi persi e ripristinare le scorte di glicogeno

 

CRIOTERAPIA: ha un effetto simile a quello di una spugna, cioè grazie ad un effetto vasocostrittivo allontana tutte le sostanze di scarto (responsabili del catabolismo) e nella fase successiva permette di far fluire nuovo sangue con le sostanze necessarie per il recupero muscolare (anabolismo). Ciò permette di avere un effetto analgesico ed antinfiammatorio nei tessuti coinvolti dall’applicazione del freddo, facilitando il recupero. Sarebbe opportuno effettuare il trattamento entro un’ora dalla fine dello sforzo con una durata minima di 5 minuti e massima di 14 minuti ad una temperatura dell’acqua di 10-11° C.

 

SEDUTA AEROBICA A BASSA INTENSITÀ : è in grado di riattivare la circolazione per facilitare l’afflusso delle sostanze nutritive necessarie all’anabolismo. La seduta deve avere un’intensità molto bassa e una durata contenuta, in maniera tale da non affaticare l’organismo e devono essere passate almeno 7 ore ( per i meno allenati anche 12-24 ore ) dallo sforzo maggiore.

 

MASSOTERAPIA: elimina le tossine accumulate dall’apparato muscolare, riattiva la circolazione, ha un effetto drenante a livello linfatico, individua ed eliminar le possibili contratture muscolari instauratesi dopo lo sforzo

 

TRATTAMENTO OSTEOPATICO: previene il ripristino delle disfunzioni articolari e fasciali, permette di mantenere una buona postura durante gli allenamenti e la gara, elimina gli adattamenti e garantisce la facilità di recupero dopo la fatica ripristinando un ritmo cranio-sacrale regolare, migliora l’elasticità e l’allungamento muscolare.

 

 

Per qualsiasi informazione, consiglio o approfondimento non esitare a contattarmi.

 

- www.cristianbruno.it

 

- su Facebook: Cristian Bruno / Osteopatia e Fisioterapia

 

 

Intanto buona lettura e condivisione con i tuoi amici e compagni di allenamento.

 

 

Cristian Bruno

 

 

 

 

Vota:
Il trattamento pre-gara: quando farlo?
Manipolazioni: tutto quello che devi sapere

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 21 Ottobre 2017

Immagine Captcha